Home Comunicati Comunicati 2020 Ribadiamo che nessuno è mai stato punito per non aver raggiunto il...

Ribadiamo che nessuno è mai stato punito per non aver raggiunto il budget mentre molti hanno perso il lavoro per non aver seguito le regole

News dai Territori –  R.S.A aree Viterbo e Cimina –  Fabi- Fisac Cgil – Unisin

Così scrivevamo sul volantino di agosto dello scorso anno! Poi nel nuovo CCNL è stata ribadita l’assoluta contrarietà delle parti a pressioni commerciali indebite e nei recenti corsi di formazione ci viene insegnato a vendere bene favorendo prima di tutto il cliente.

Nonostante tutto però nelle riunioni di filiale si parla solo di “passo giornaliero”, di “giornate di focalizzazione”, di classifiche e hanno ripreso a girare foglietti su cui scrivere “quello che hai fatto oggi”. Ogni volta che si evidenzia un problema (tipo quelli tecnici che sono continui e estenuanti) ci si dice “di non accampare scuse”. E siamo tornati ai “cinque appuntamenti al giorno”! C’è qualcosa che non quadra!!

Abbiamo solo due buone notizie, una è che finalmente se ne è andato il vecchio capo area, di cui difficilmente dimenticheremo l’arroganza e riusciremo a neutralizzare il pessimo influsso lasciato nei rapporti interpersonali nei luoghi di lavoro, pessimo influsso che ha provocato e continua a provocare liti mai viste prima tra colleghi.

L’altra buona notizia è che, visto che già ai primi di Febbraio siamo “in ritardo sul budget”, siamo “indietro in classifica”, i risultati “non sono commentabili” e via cantando, potremo fin da subito metterci l’animo in pace e potremo lavorare con la consueta serietà e correttezza senza rovinarci la salute! Tanti i premi per noi comuni mortali sono comunque poca cosa, ci dispiace per chi dovrà rinunciare a somme ben più sostanziose fermo restando che, ad oggi, ancora non sappiamo il premio per il 2019 spetta e a chi!

Intanto esce il comunicato stampa di Intesa Sanpaolo con un utile netto 2019 di 4182 milioni di euro in aumento rispetto ai 4050 milioni del 2018 (quindi tanto male non siamo) dove è ben specificato quanto viene dato agli azionisti!

Non vi siete ancora stufati di questi premi di cui si sa qualcosa solo a giochi fatti? Ma quanto prendono di premio i capi area e i direttori regionali per essere così asfissianti?

Sempre a proposito di pressioni commerciali e non: al lavoro siamo raggiungibili in mille modi; c’è il lync, ci sono le mail, c’è il telefono fisso e pure il cellulare aziendale (che secondo noi andrebbe lasciato in filiale) e nel nuovo ccnl si parla finalmente di “diritto alla disconnessione”. Invece da noi si richiede ai titolari l’attivazione di Whatsapp sul telefono aziendale. Ovviamente scelta libera però si mette in evidenza chi ancora non ha aderito!

Ma ci credono così sprovveduti? Non bastano le lync e le chiamate durante l’orario di lavoro?

Anche se fatti in modo “amichevole” si tratta sempre di pressioni commerciali!

Tempo fa un capo area fece una ramanzina ad un collega che non rispondeva al telefono aziendale la sera dopo cena; ce ne siamo liberati! Adesso il diritto alla disconnessione è sancito anche sul CCNL!

La vogliamo smettere con questi metodi?

SCARICA IL COMUNICATO