Home Comunicati Comunicati 2020 Rappresentanti dei Lavoratori per la Sicurezza

Rappresentanti dei Lavoratori per la Sicurezza

88

Care colleghe e cari colleghi,

con questo volantino vogliamo informarvi sulle numerose criticità che da mesi denunciamo all’Azienda, sia a livello territoriale che di Gruppo, relativamente alle precauzioni igienico sanitarie previste dai protocolli di sicurezza Covid-19.

In particolar modo abbiamo rilevato che:

  • le postazioni di lavoro necessitano di protezione fissa con installazione di barriere in plexiglass
  • spesso, in particolar modo per le postazioni dei gestori, non è possibile mantenere il distanziamento con la clientela, come previsto dal manuale aziendale sull’utilizzo degli spazi
  • l’utilizzo degli strumenti messi a disposizione dall’Azienda, mascherina + visiera facciale, risulta molto difficoltosa e non funzionale per le attività del personale di filiale
  • occorrerebbe implementare il numero dei dispenser di gel per garantire la corretta igienizzazione delle mani della clientela in ingresso/uscita, ed installarli su piedistalli ed in zone a maggior visibilità
  • le singole postazioni di lavoro dovrebbero esser dotate di kit di igienizzazione individuale
  • la cartellonistica informativa per la clientela con gli avvisi delle disposizioni da osservare, dovrebbe essere più visibile ed evidenziata con rappresentazioni grafiche e stampe a colori
  • in molte filiali è difficile se non impossibile far rispettare tassativamente gli accessi solo per appuntamento nè far rispettare quanto previsto per le zone rosse (limitato numero di operazioni indifferibili e che possono essere effettuate tramite altri canali), creando difficoltà nel contingentamento delle presenze
  • il flusso telefonico per le filiali risulta ingestibile e congestionato. La clientela, non riuscendoci telefonicamente, si riversa direttamente nelle filiali per fissare l’appuntamento, situazione che tende a favorire uno stato di tensione, tale da sfociare anche in episodi di aggressione, verbale e fisica, nei confronti dei colleghi (fenomeno spesso non rilevato dall’azienda poiché i colleghi non sanno che esiste apposita modalità di segnalazione per queste situazioni)
  • la mancanza della presenza fissa di uno steward, almeno nelle filiali di medie/grandi dimensioni, spesso crea situazioni di assembramenti nella gestione degli ingressi e delle uscite, rendendo difficoltoso il rispetto delle presenze massime all’interno dei locali aziendali
  • le igienizzazioni quotidiane vengono svolte in maniera superficiale a causa dei tempi stretti (in genere mezz’ora) a disposizione del personale addetto alle pulizie
  • la recente campagna vaccinale ha evidenziato in maniera inequivocabile gravi lacune organizzative (scarsità/assenza in alcune zone di strutture convenzionate, difficoltà di contattarle
  • per fissare l’appuntamento, ancora nessuna indicazione certa per quanto riguarda la possibilità di vaccinare anche i familiari ed i relativo costo, etc..)

Oltre alla richiesta di trovare soluzione a quanto fino adesso evidenziato, chiediamo come RLS l’installazione delle barriere protettive in ogni postazione di lavoro, come peraltro risultano già presenti in tutte le filiali di UBI Banca.

La salute e la sicurezza devono essere garantite a tutti i Lavoratori!

 I RLS di questo territorio rimangono come sempre a disposizione delle Lavoratrici e dei Lavoratori per qualsiasi problematica e criticità.

I Rappresentanti dei Lavoratori per la Sicurezza Toscana-Umbria

 Danilo Luchetti – Alberto Santi – Pier Paolo Stronchi – Gabriele Calcatelli

Firenze, 27 novembre 2020

Scarica comunicato in PDF


UNISIN FALCRI GRUPPO INTESA SANPAOLO