Home NEWSLETTER NEWSLETTER-ISCRITTI Inizia il Confronto sulle Questioni Aperte

Inizia il Confronto sulle Questioni Aperte

News Unitarie – Delegazioni Trattanti Gruppo Intesa Sanpaolo

Oggi abbiamo rappresentato all’Azienda le problematiche che rendono sempre più pesante il clima aziendale chiedendo l’avvio di un percorso di confronto.

Nel dettaglio:
• PVR/SET – Richiediamo l’avvio immediato della negoziazione, rivendicando l’aumento dell’importo anche alla luce degli ottimi risultati di bilancio e una semplificazione dei criteri. Il SET va esteso anche alla FOL.

• ATTIVAZIONE IMMEDIATA DELLE ASSUNZIONI INDIRIZZATE A SOSTEGNO DELLA RETE per un ritorno alla normalità e per assicurare un buon livello di servizio alla clientela.

Gli organici sono insufficienti con conseguenti carichi di lavoro eccessivi e portafogli ingestibili. Le difficoltà nella copertura dei turni e concessioni/rinnovi di part time richiedono una revisione degli orari di servizio alla clientela.

Su FOL e PULSE chiediamo un intervento sugli organici e formativo finalizzato ad ottenere una turnazione sostenibile e una gestione attenta del personale alle esigenze di conciliazione tempi di vita-lavoro.

• NRI – È ben noto l’abnorme ricorso al fenomeno che è inaccettabile: il lavoro straordinario va regolarmente retribuito!

• PRESSIONI COMMERCIALI – Continuano a pervenire segnalazioni di pressioni e richieste di reportistica non previste dai vigenti accordi. Abbiamo richiesto una verifica delle risultanze dei Team Work realizzati in alcune Direzioni Regionali.

• FORMAZIONE – Deve essere esigibile e fruibile anche in modalità flessibile da casa in orario di lavoro.

• RUOLI E PERCORSI – In stretta sinergia con la contrattazione nazionale vanno individuate soluzioni per la salvaguardia del riconoscimento delle indennità di ruolo: la valorizzazione delle professionalità e dell’impegno deve essere anche un obiettivo aziendale! Riconoscimento degli automatismi economici/inquadramenti ancora in sospeso per i colleghi ex Banche Venete e sistemazione della vicenda “Banca ore ex Banche Venete”.

• PROVVEDIMENTI DISCIPLINARI – È inaccettabile che l’Azienda richieda in modo ricorrente la refusione del danno anche in assenza di dolo e colpa grave.

• CHIUSURE OBBLIGATORIE FILIALI E UFFICI – Dalla sperimentazione dello scorso anno si è giunti ad un allargamento del fenomeno con impatto negativo sui carichi di lavoro delle filiali retail e imprese rimaste aperte. È necessario che la Banca riconsideri la scelta fatta, peraltro mai condivisa con le OO.SS..

• FONDO SANITARIO – Devono proseguire gli incontri finalizzati alla salvaguardia della sostenibilità a lungo termine di questo importante pilastro del nostro welfare di Gruppo. In questa occasione abbiamo chiesto un aumento della contribuzione aziendale.

Abbiamo ribadito inoltre la necessità di un preventivo coinvolgimento delle OO.SS. sulle ricorrenti riorganizzazioni, razionalizzazioni, “affinamenti” del modello di servizio, in quanto le scelte aziendali ricadono sempre sul personale.

Già dalla settimana prossima inizierà il confronto sul PVR

SCARICA IL COMUNICATO