Home NEWSLETTER NEWSLETTER-ISCRITTI-INTRUM Incontro Intrum Italy – Comunicato

Incontro Intrum Italy – Comunicato

141

Come Coordinamenti Sindacali Intrum Italy nei giorni scorsi ci siamo confrontati con l’Azienda su alcuni temi raggiungendo due importanti intese sull’art. 4 legge 300 del 1970 e sugli RLS.

Art. 4 legge n. 300/1970: Ferma restando l’esclusione del controllo a distanza dei lavoratori, in seguito alle novità normative introdotte dal D. Lgs. N. 151/2015, si è resa necessaria una definizione complessiva della materia, già normata dal suddetto articolo della legge 300, che fosse coerente con le previsioni legislative. A tale scopo l’accordo da noi sottoscritto con l’Azienda regolamenta:

  • l’eventuale introduzione di sistemi di videosorveglianza a fini di sicurezza, la relativa informativa dovuta alle RSA e agli Organismi Sindacali Aziendali e la procedura che le Parti seguiranno per la verifica della rispondenza degli impianti ai principi dell’accordo stesso;
  • l’eventuale introduzione di sistemi di registrazione delle conversazioni telefoniche, limitata alle attività che implicano transazioni commerciali definite come “early collection”, attualmente svolte nelle sedi di Milano, Bari, Bologna e Roma. Tali registrazioni, che potranno essere parziali (su iniziativa del lavoratore) o integrali, potranno essere riascoltate ad iniziativa dell’operatore interessato o dell’Azienda (nei casi di contestazioni sulle transazioni) o per assolvere a funzioni di controllo interno o su richiesta del Cliente esterno (committente) ai soli fini del controllo qualità, garantendo l’anonimato dell’operatore;
  • ulteriori strumenti (sistemi informatici, di telecomunicazione e geolocalizzazione e gli accessi ad aree aziendali).

RLS: Vista l’oggettiva impossibilità, causata dal perdurante stato di emergenza sanitaria nazionale, di svolgere nell’immediato le elezioni dei Rappresentanti dei Lavoratori per la Sicurezza previste e regolamentate nell’Accordo da noi sottoscritto l’11 luglio 2019 e data l’urgenza di coprire quanto prima tali importanti ruoli, abbiamo concordato con l’Azienda di nominare ad interim come RLS i Segretari Responsabili degli Organi di Coordinamento delle OO.SS. firmatarie dell’Accordo stesso e di indire le elezioni entro il 31 luglio 2021.

Nuovo organigramma: l’Azienda ci ha presentato il nuovo Organigramma, che prevede, tra le altre cose, una netta divisione tra Presidi Servicing e Proprietary in un’ottica di maggiore specializzazione. È stato inoltre sottolineato che il progetto di estensione a tutti i Presidi del Closing come fase distinta e trasversale dell’attività di recupero (con un distinguo per le pratiche di importi particolarmente rilevanti) è ancora nella fase Pilota ma, anche grazie al reclutamento di nuove risorse, verrà realizzato gradualmente nei prossimi mesi. A detta dell’Azienda tali scelte organizzative dovrebbero avere un impatto positivo non solo sull’efficienza del processo di recupero ma anche su una più equa distribuzione dei carichi di lavoro.

My Voice: alla luce dei dati divulgati, come OO.SS. abbiamo richiamato l’Azienda ad una riflessione approfondita sulle evidenti criticità emerse affinché si possa mirare ad un miglioramento del clima di lavoro con il coinvolgimento attivo dei Responsabili, che devono essere messi in condizione di trasmettere messaggi costruttivi e di adottare le necessarie azioni correttive.

Recupero COVID: avevamo chiesto di consentire l’accesso alla Banca del Tempo ai lavoratori con un numero di giornate da recuperare superiore alla soglia prevista dall’accordo e con un residuo di ferie di anni precedenti tale da non inficiare tale requisito. L’Azienda contatterà questi colleghi i quali, se vorranno, potranno optare a stretto giro per uno smaltimento totale delle ferie A.P. per poi richiedere le giornate di Banca del Tempo.

Come OO.SS. abbiamo infine chiesto e ottenuto di confrontarci con l’Azienda nelle prossime settimane sui temi per noi prioritari del sistema delle valutazioni (connesso ad una possibile trattativa su un premio di natura negoziale da erogare nel 2021) e del vigente accordo sul sistema di rilevazione delle presenze (che prevede il quarto d’ora di “tolleranza” giornaliera) firmato a dicembre 2019 e ormai prossimo alla scadenza (31 luglio 2020).

26.6.2020

Le Segreterie degli Organi di Coordinamento Intrum Italy

UNISIN – FABI – FIRST/CISL – FISAC/CGIL – UILCA

Comunicato unitario Intrum Italy 26.06.2020


 

SEGUICI SU FACEBOOK  

SEGUICI SU INSTAGRAM