Home Comunicati Comunicati 2022 DECRETO AIUTI TER

DECRETO AIUTI TER

Il 16 settembre 2022 il Consiglio dei Ministri ha approvato il testo del Decreto Aiuti Ter, una sorta di prosieguo del Decreto Aiuti Bis convertito in Legge, per cui il Parlamento ha pre-autorizzato una spesa pari a circa 14 miliardi di euro. Tali fondi si accodano ai 50 miliardi di euro totali stanziati dal Governo per sostenere imprese e famiglie. In primo piano nel testo, interventi urgenti per l’attuazione del PNRR, ma soprattutto bonus, crediti d’imposta e aiuti per famiglie contro il caro energia. Vediamo insieme, per punti, quali sono le principali novità del Decreto Aiuti Ter.

Di seguito si riportano alcune tra le più importanti misure.

 1) BONUS 150 EURO A NOVEMBRE

Arriva un nuovo bonus una tantum, questa volta da 150 euro ed erogato a novembre 2022 per tutte le categorie che avevano già percepito i 200 euro a luglio. Il testo del Decreto Aiuti Ter, per quanto riguarda i lavoratori dipendenti, prevede che il bonus spetterà a chi avrà una retribuzione imponibile nella competenza del mese di novembre 2022 non eccedente l’importo di 1.538 euro. Il bonus verrà erogato per il tramite dei datori di lavoro, nella retribuzione erogata nella competenza del mese di novembre 2022 in via automatica. Per quanto riguarda i pensionati il bonus sarà sempre di 150 euro ed erogato a novembre, ma per coloro che hanno un reddito assoggettabile all’IRPEF di massimo 20.000 euro lordi annui. In questo caso ad erogare il bonus sarà l’INPS, che lo erogherà anche ai lavoratori domestici, disoccupati agricoli, CO.CO.CO., dottorandi, assegnisti, disoccupati dello spettacolo, autonomi, tutti con redditi inferiori ai 20.000 euro. L’indennità da 150 euro a novembre verrà riconosciuta d’ufficio anche ai nuclei familiari beneficiari del Reddito di Cittadinanza.

4) RIFINANZIATO IL BONUS TRASPORTI 2022

Rifinanziato con 10 milioni di euro per l’anno 2022 il Fondo destinato all’erogazione del bonus trasporti. Nel testo licenziato dal Consiglio dei Ministri arrivano nuovi stanziamenti per il bonus trasporti, il contributo da 60 euro per l’acquisto di abbonamenti ai trasporti pubblici. Da dotazione arriva quindi ad un totale di 240 milioni di euro per il 2022. In particolare, il Fondo nato con il Decreto Aiuti convertito in Legge permette di erogare il voucher alle persone con reddito annuo inferiore a 35.000 euro. Potrà essere richiesto fino a dicembre. Secondo i dati del Ministero del Lavoro, finora i bonus emessi sono stati circa 730.000.

Sarà possibile richiederlo fino al 31 dicembre 2022 attraverso la piattaforma bonustrasporti.lavoro.gov.it.

8) PROROGA TAGLIO ACCISE CARBURANTE

Confermato lo sconto di 30 centesimi che, al momento, è previsto fino al 17 ottobre 2022. Nel testo si legge che il taglio alle accise vale a decorrere dal 18 ottobre 2022 e fino al 31 ottobre 2022.

15) RECUPERO INDEBITI PENSIONI INPS ENTRO 2023

Entro il 31 dicembre 2023 dovrà essere avviato il recupero delle prestazioni indebite correlate alla campagna di verifica reddituale dell’INPS in merito alle situazioni reddituali dei pensionati per il 2020, e delle prestazioni previdenziali ed assistenziali collegate al reddito riferite al 2019.

——–

Articolo PrecedenteStiamo all’ABC …… e non solo …
Articolo SuccessivoComunicato Stampa di Emilio Contrasto, Segretario Generale Unisin/Confsal