Home NEWSLETTER NEWSLETTER-ISCRITTI Coronavirus : Incontro con la Banca

Coronavirus : Incontro con la Banca

ULTIMI AGGIORNAMENTI DALLA CONFERENCE CALL ODIERNA CON L’AZIENDA

FILIALI PRESSO OSPEDALI : L’azienda ha ribadito che rimangono aperte; ai colleghi che vi lavorano saranno fornite nei prossimi giorni mascherine di tipo chirurgico con scorte per almeno tre settimane.

SMART WORKING: a seguito nostra insistente richiesta l’azienda ha dichiarato che sta facendo tutto il possibile per estendere lo smart working anche alle strutture di Rete; attualmente sono 21300 i colleghi abilitati allo smart working, ai quali se ne aggiungeranno altri 1400 in corso di attivazione. Grazie all’ampliamento dello smart working la presenza “fisica” dei dipendenti nelle strutture centrali è pari al 10% circa (si tratta di personale indispensabile per lo svolgimento di attività non gestibili da remoto).

PULSE : in analogia a quanto già attivato per le FOL, da settimana prossima partirà un progetto pilota a Gorizia, con il coinvolgimento di 20 persone, per l’estensione anche a Pulse dello smart working

GEL IGIENIZZANTE : è garantita la consegna a tutte le strutture entro venerdì 20 p.v.

CEDOLINO MARZO : Sarà riconosciuto l’aumento economico previsto dal rinnovo del CCNL e i relativi arretrati.

FOL ; avviata una prima sperimentazione di smart working nelle sale di Milano e Torino per un totale di 120 colleghi coinvolti. Appena saranno disponibili i nuovi P.C., già ordinati e disponibili a breve, il numero delle persone coinvolte si amplierà. :

GESTORI REMOTI : anche per loro sperimentazione dello smart working (10 risorse in tutto sempre sulle piazze di Milano e Torino),con possibilità di implementazione.

COMPORTAMENTI NON CORRETTI : la Banca ha comunicato che si sono verificati alcuni comportamenti non corretti da parte di qualche lavoratore, in particolare: colleghi che non si presentano in filiale e non giustificano l’assenza con malattia o ferie (e non sono neppure autorizzati a rimanere a casa); colleghi che, pur potendolo fare, si rifiutano di effettuare lo smart working.
A tutte queste persone l’azienda invierà una comunicazione con la quale saranno avvisate che, se i comportamenti sopra descritti dovessero persistere, saranno assunti provvedimenti nei loro confronti.

Milano, martedì 17 marzo 2020

CLICCA QUI PER IL COMUNICATO