Home Comunicati Comunicati 2014 UNISIN ADERISCE ALLO SCIOPERO GENERALE NAZIONALE 12 dicembre 2014

UNISIN ADERISCE ALLO SCIOPERO GENERALE NAZIONALE 12 dicembre 2014

40

UNISIN ADERISCE ALLO

SCIOPERO GENERALE NAZIONALE

12 dicembre 2014

IL JOBS ACT PRODURRA’

  • LA POSSIBILITA’ DI LICENZIARE INGIUSTAMENTE E SENZA ALCUN MOTIVO
  • NUMEROSE MODERNE FORME DI SCHIAVITU’
  • L’IMPOSSIBILITA’ PER IL LAVORATORE DI FAR RISPETTARE LE LEGGI
  • LA FINE DELLA DIGNITA’ DEL LAVORATORE
  • MAGGIORE FACILITA’ NEL DEMANSIONARE
  • LA DIMINUZIONE DEI DIRITTI DEI LAVORATORI
  • PIU’ CONTROLLI SUI LAVORATORI
  • PIU’ DISOCCUPAZIONE E PIU’ PRECARIETA’
  • PIU’ POVERTA’
  • LA LIQUIDAZIONE DEL CONTRATTO NAZIONALE

Per UNISIN non è questa la strada che potrà rilanciare l’economia e restituire lavoro alle imprese;
Per UNISIN la giusta strada va nella direzione dell’estensione dei diritti a tutti i lavoratori;
Per UNISIN siamo di fronte allo sfruttamento di un grave momento di difficoltà per il Paese per propinare quelle stesse ricette neoliberiste che in passato sono state respinte con decisione da milioni di lavoratori scesi in piazza;
Per UNISIN diviene indispensabile che anche le banche ed i banchieri prendano atto che l’attuale modello creditizio deve cambiare per mettersi al servizio della società, delle famiglie e delle imprese e va quindi respinta l’impostazione che ABI sta portando avanti finalizzata esclusivamente ad abbattere il costo del lavoro ed il numero degli addetti del settore solo per salvaguardare i ricchi stipendi e le favolose prebende riservate ai banchieri;
Per UNISIN va assolutamente rivisto il contenuto della legge Fornero sulle pensioni;
Per UNISIN è ora che si promuova il lavoro andando verso la messa in sicurezza dei territori al fine di interrompere quel rischio ambientale che sempre di più diviene certezza nelle catastrofi;

UNISIN chiede che i banchieri si assumano la piena responsabilità della crisi in un settore che non ha saputo rinnovarsi.
Sono queste le motivazioni che portano UNISIN ad aderire alla giornata di SCIOPERO GENERALE NAZIONALE indetta da CGIL e UIL per gridare al Governo ed al Parlamento il proprio NO AL JOBS ACT e perché venga rimessa al centro di ogni iniziativa e di ogni scelta la persona ed il lavoro VERO.

Roma, 28 novembre 2014

LA SEGRETERIA NAZIONALE

Scarica: