Home Comunicati Comunicati 2019 Siglato l’Accordo per l’Incorporazione di GEXTRA in INTRUM ITALY

Siglato l’Accordo per l’Incorporazione di GEXTRA in INTRUM ITALY

News Unitarie

Martedì 5 novembre a Milano abbiamo sottoscritto l’accordo per la chiusura della procedura di trasferimento d’azienda con fusione per incorporazione in Intrum Italy di Gextra SRL (società specializzata nel recupero di crediti di piccolo taglio di diversa natura).

Gextra è già partecipata al 51% da Intrum e al 49% da Intesa Sanpaolo, al pari dell’incorporante.

La fusione non determina sovrapposizioni territoriali e/o di business e non avrà pertanto alcun impatto sul personale anche in termini di mobilità territoriale.

Per le 68 risorse di Gextra è stata garantita l’applicazione del contratto complementare del Credito nonché del contratto collettivo di secondo livello vigente presso la società incorporante (Intrum Italy) fino a tutto il 2021.

L’operazione avrà efficacia giuridica dal mese di dicembre 2019, data in cui i lavoratori di Gextra SRL saranno inquadrati ai sensi del CCNL del Credito nella categoria corrispondente a quella di appartenenza e nell’ambito della medesima categoria nel livello retributivo del contratto complementare immediatamente inferiore rispetto alla retribuzione percepita.

Pertanto nel caso in cui ci dovessero essere delle differenze tra la retribuzione relativa al Contratto del Commercio e quella dell’inquadramento del contratto complementare del Credito, queste verranno inserite in apposito assegno ad personam, assorbibile solo nel caso di inquadramento superiore, anche economico. L’erogazione della retribuzione avverrà su 13 mensilità anziché su 14.

Le OO.SS. hanno ottenuto che l’Azienda elevasse alla 3 area professionale l’inquadramento delle risorse che sarebbero ricadute nella 2 area professionale, rispondendo così alla necessità di armonizzare le risorse provenienti da Gextra con tutte le altre di Intrum Italy.

Pertanto le 68 risorse saranno così inquadrate:
31 nella 3 area professionale 1 livello retributivo;
7 nella 3 area professionale 2 livello retributivo;
6 nella 3 area professionale 3 livello retributivo;
17 nella 3 area professionale 4 livello retributivo;
7 QD1.
Dei 68 lavoratori, 3 sono apprendisti che rimarranno tali fino a scadenza naturale del contratto di apprendistato professionalizzante.

È stata assicurata inoltre la possibilità di iscrizione, con decorrenza dalla data di efficacia giuridica dell’incorporazione, al Fondo Pensione a contribuzione definita “Previbank” individuato come Fondo di riferimento per Intrum Italy con accordo del 11 luglio 2019. L’aliquota datoriale sarà inizialmente pari al 2% delle voci stipendio, scatti di anzianità e importo ex ristrutturazione tabellare e verrà incrementata gradualmente giungendo a regime al 3,5% dal 1 gennaio 2021.

A decorrere dal 1 gennaio 2020 il personale incorporato sarà destinatario del Fondo Sanitario Integrativo del Gruppo Intesa Sanpaolo, individuato col suddetto accordo del 11 luglio 2019 come forma di assistenza sanitaria per tutti i dipendenti di Intrum Italy. I nuovi colleghi potranno aderire al Fondo Sanitario attraverso il percorso di ingresso triennale previsto dall’Appendice 2 dello Statuto del Fondo stesso.

Ai lavoratori di Gextra saranno inoltre garantite le condizioni agevolate su conti correnti, carte di pagamento, mutui, finanziamenti ecc. applicate a tutti i lavoratori di Intrum Italy.

Verrà mantenuto il residuo delle ferie non fruite entro la data di efficacia giuridica della fusione e dal 1 gennaio 2020 saranno applicate le regole del contratto complementare con un minimo di 22 giorni annuali. I ROL residui saranno versati nella Banca Ore con scadenza entro il 30 giugno 2020.

Per la categoria dei quadri direttivi si procederà all’eventuale monetizzazione/addebito dei residui con la retribuzione di gennaio 2020.

Stante il rilevante arretrato di ex festività diffuso in Gextra, abbiamo inoltre ottenuto un periodo di 18 mesi dal 1 gennaio 2020 per il loro smaltimento. Trascorso tale periodo eventuali giacenze non godute verranno versate in Banca Ore analogamente a quanto disposto per il monte ore ROL dall’articolo 10 dell’accordo stesso di incorporazione di Gextra in Intrum Italy (su base volontaria potrebbero a quel punto essere destinate anche alla Banca del Tempo).

I contratti part time in essere verranno mantenuti alle stesse condizioni.

Il buono pasto giornaliero è attribuito secondo il valore, le condizioni e le modalità tempo per tempo vigenti presso la società incorporante (Intrum Italy).

Si estende poi ai colleghi provenienti da Gextra, con decorrenza 1 gennaio 2020, quanto previsto dall’articolo 14 dell’accordo del 27 maggio 2019, ovvero, in piena attuazione del Contratto Collettivo di secondo livello e secondo i criteri in esso stabiliti:
– La riattivazione della graduatoria per i trasferimenti col mantenimento delle pregresse segnalazioni e in riferimento alle sole sedi di lavoro in cui l’Azienda opera;
– L’attivazione del lavoro flessibile nella modalità di fruizione da casa, compatibilmente con le esigenze tecniche, produttive e organizzative;
– La costituzione di un plafond di 500 ore, incrementabile fino a un massimo di 1000 con le donazioni dei colleghi, per consentire la fruizione della Banca del Tempo da parte degli aventi diritto.

Sui circa 50 contratti Unirec “a provvigione” utilizzati dall’Azienda per il recupero telefonico, pur non essendo gli stessi oggetto della procedura, abbiamo espresso come OO.SS. la nostra ferma contrarietà all’utilizzo di tale forma contrattuale e abbiamo annunciato che torneremo sull’argomento per trovare in futuro una soluzione volta alla stabilizzazione e ad una migliore tutela contrattuale di questi lavoratori.

Come OO.SS. abbiamo richiesto di stabilizzare tutti i tempi determinati ancora in essere in Gextra.

L’Azienda ha soddisfatto la nostra richiesta limitatamente a 6 tempi determinati di prossima scadenza che ritiene compatibili con le proprie esigenze tecniche, organizzative e produttive e che si è impegnata a stabilizzare con la lettera a latere.

Nella medesima lettera l’Azienda si è resa disponibile a valutare congiuntamente con le OO.SS. la possibilità di costituire un circolo ricreativo aziendale per tutto il Personale. Da parte nostra abbiamo dichiarato di voler esplorare fino in fondo la possibilità di estendere ALI, circolo ricreativo del Gruppo Intesa Sanpaolo, a tutti i colleghi di Intrum Italy. Sapendo che sono emerse a tal proposito problematiche tecnico-giuridiche già all’esame del tavolo Intesa Sanpaolo, valuteremo il da farsi all’esito di tale analisi.

Le OO.SS. esprimono soddisfazione per aver esteso a tutti i lavoratori di Intrum Italy l’impianto economico-normativo, il sistema di welfare aziendale e le misure per la conciliazione dei tempi vita-lavoro, ottenendo al contempo significativi risultati ai fini della creazione di occupazione stabile e riaffermando ancora una volta l’Area Contrattuale del Credito.

SCARICA IL COMUNICATO