Home Comunicati Comunicati 2022 Piano d’Impresa: si comincia male. Cessione formazione.

Piano d’Impresa: si comincia male. Cessione formazione.

Il 15 febbraio il Gruppo Intesa Sanpaolo ha annunciato di avere definito un accordo con Nextalia SGR volto alla creazione di una nuova realtà leader nella formazione e digital learning che si chiamerà DIGIT’ED.

L’accordo prevede l’acquisizione di Intesa Sanpaolo Formazione da parte di una società di nuova costituzione e il conferimento da parte della Capogruppo di specifiche attività afferenti la progettazione e la produzione di servizi formativi.

La partecipazione azionaria di Intesa Sanpaolo in DIGIT’ED sarà -solo- del 20%,  mentre il rimanente 80% sarà di proprietà di Nextalia e rappresenta la prima operazione del Fondo Nextalia Private Equity.

A margine di un recente incontro UNISIN ha:

  • ribadito la propria totale contrarietà ad operazioni che prevedono cessioni di persone e attività al di fuori del perimetro del Gruppo, persone che nel nuovo Piano Industriale 2022/2025 sono più volte definite “le risorse più importanti” (così importanti da venderle…); 
  • evidenziato che la notizia ha creato non poche tensioni ed allarmi, anche perché si sono registrate le solite “fughe in avanti” da parte di responsabili aziendali, che hanno organizzato riunioni e incontri generando ulteriore confusione.

Alla luce delle molte incertezze (le persone coinvolte nel perimetro dell’operazione non è ancora definito), abbiamo chiesto che siano attivate al più presto le procedure previste per conoscere compiutamente tutti i dettagli di questa operazione e per poter garantire le migliori tutele per i colleghi.

Vi terremo costantemente aggiornati.

Milano 22/2/2022

LA DELEGAZIONE TRATTANTE

Scarica comunicato in PDF         
Articolo PrecedenteAssistenza fiscale per l’elaborazione del mod. 730 e mod. Unico .
Articolo SuccessivoCessione Ramo d’Azienda – Formazione