Home Comunicati Comunicati 2022 NEW DSI e Mestieri: pretendiamo TRASPARENZA

NEW DSI e Mestieri: pretendiamo TRASPARENZA

Nelle settimane scorse i colleghi della DSI facenti capo alle strutture individuate dall’azienda per la “fase pilota” del progetto NEW DSI hanno ricevuto una mail che informava loro del “mestiere” ad essi assegnato.

Partiamo da qui: da quanto abbiamo potuto constatare parlando con i colleghi, nessuno di loro è stato preventivamente colloquiato dalla propria struttura (responsabili operativi o addetti HR). Tra l’altro abbiamo rilevato delle forti discrepanze fra i “mestieri” assegnati e le REALI attività svolta dai colleghi su MANDATO dei propri responsabili. Un fatto per noi gravissimo nella forma e nella sostanza.

Ma non finisce qui. Nei giorni scorsi i colleghi di cui sopra hanno ricevuto una mail prima del Dott. Bagnasco e poi dell’Ufficio Comunicazione Interna che informava loro della “opportunità” di poter entrare in un percorso “finalizzato alla Valorizzazione e Sviluppo delle competenze”. Colleghi individuati, stando alla mail, in base a criteri di anzianità aziendale e di mestiere associato (mestiere associato, come detto prima, in maniera quantomeno dubbia rispetto agli effettivi compiti svolti dai colleghi).

Stando alla mail il percorso prevede due fasi:

  • TEST online con il “supporto” (?) della società Mercer
  • Passaggio formale con la funzione HR per coloro che supereranno la prima fase di selezione.

Tra l’altro il collega destinatario di questa “opportunità” potrà accettare la candidatura entro il 14 febbraio prossimo.

Indagando un po’ scopriamo che la società in questione è (dal loro sito web istituzionale):

Leader globale nella consulenza per tutto ciò che riguarda le Risorse Umane, per i Servizi Attuariali e Previdenziali e per la selezione, monitoraggio e gestione degli Investimenti degli Investitori Istituzionali e delle reti di Wealth Management”. 

Siamo davvero PREOCCUPATI!

Innanzi tutto, dalla MANCANZA TOTALE di trasparenza nei confronti dei colleghi che si trovano davanti ad una scelta importante senza aver avuto modo di confrontarsi con i propri Responsabili. Responsabili “scomparsi nel nulla” come neve al sole o che si rifiutano persino di concedere colloqui su richiesta dei colleghi.

Siamo preoccupati perché, nuovamente, questa Azienda o, meglio la DSI, nonostante la presentazione fatta nei mesi scorsi, ha deciso di rivolgersi ad una società esterna di selezione che, salvo sviste, non è stata mai formalizzata come soluzione.

Selezionare cosa? E in base a quali criteri?

Non è forse un compito del responsabile delle Risorse Umane interne evidenziare eventuali lacune con gli strumenti da CCNL attualmente a disposizione? Così facendo, non si rischia di passare il messaggio che le funzioni HR responsabili della DSI non sono messe nelle condizioni di poter svolgere al meglio il proprio lavoro? Noi qualche dubbio lo avevamo già da tempo. Eppure, l’HR dovrebbe conoscere a menadito tutti i dipendenti, visto i vari strumenti come TETI, UPPER, TITLING, ecc.

Veniamo da una recente esperienza, quella appunto del Titling, dove i Responsabili DSI hanno già dimostrato i propri limiti nella capacità di valutare la professionalità delle persone. Ne abbiamo viste succedere di ogni. E spesso con l’avallo della funzione HR che non ha potuto, a nostro modo di vedere, gestire le segnalazioni di anomalie ricevute.

Vogliamo ricordare a tutti che la DSI fa parte del Gruppo e NON è una azienda indipendente!

CHIEDIAMO che ogni singolo collega possa essere messo nelle condizioni di poter scegliere consapevolmente del proprio futuro professionale. Cosa accadrebbe in caso di non superamento della selezione o in caso di non accettazione della opportunità?

CHIEDIAMO che vengano rapidamente attivati tutti i canali informativi possibili per far comprendere davvero ai colleghi che cosa sia la NEW DSI e quali siano le ricadute sulla loro professionalità.

 CHIEDIAMO che in DSI torni a prevalere la logica per la quale le competenze ed i percorsi professionali tornino sotto la responsabilità dell’HR e vengano sottratte agli umori dei singoli responsabili operativi.

Fino ad allora CONSIGLIAMO ai colleghi prudenza nel fare le proprie scelte.

MANCA TRASPARENZA!!! E QUANDO MANCA LA TRASPARENZA VI SONO SEMPRE DEI DUBBI

 Torino/Moncalieri, 07/02/2022

RSA ISP – Direzioni Centrali Torino e Moncalieri

Scarica comunicato in pdf

 

 

Articolo PrecedenteComunicazione Aziendale : Verifiche GREEN PASS
Articolo SuccessivoAssegno Unico e Universale. COMUNICATO