Home NEWSLETTER NEWSLETTER-ISCRITTI Lavoro Flessibile non è Formazione Flessibile

Lavoro Flessibile non è Formazione Flessibile

Precisazioni su Smart WORKING e Smart LEARNING ovvero LAVORO Flessibile e FORMAZIONE Flessibile

Ricordiamo ai Colleghi che lo Smart Working (Lavoro Flessibile) può essere svolto solo dai Colleghi preventivamente autorizzati dall’azienda e appartenenti alle strutture che possono adottare questa modalità lavorativa a distanza.

Tra queste strutture non rientrano le Filiali (Retail – Imprese – Exclusive), ragion per cui le Lavoratrici e i Lavoratori di queste unità operative, almeno con le attuali regole, non possono svolgere lavoro da casa.

Tale chiarimento si rende necessario a seguito delle numerose segnalazioni pervenuteci in questi giorni da colleghi non autorizzati, ai quali è stato chiesto di svolgere attività lavorativa in Smart Working, e ciò diversamente da quanto previsto in proposito.

L’intervento ci è sembrato quanto mai doveroso anche alla luce dei profili di responsabilità che tale anomala situazione potrebbe comportare per i colleghi coinvolti.

Abbiano comunque reiterato all’Azienda la richiesta di estendere lo Smart Working a tutto il personale del Gruppo Intesa Sanpaolo, anche al fine di gestire meglio l’attuale emergenza.

Lo Smart WORKING (LAVORO Flessibile) non deve essere confuso con lo Smart LEARNING (FORMAZIONE Flessibile): quest’ultima attività, infatti, è potenzialmente fruibile da tutti i colleghi e può essere utilizzata nei giorni lavorativi in cui si è a casa.

Milano, martedì 17 marzo 2020

LA SEGRETERIA UNISIN FALCRI-SINFUB-SILCEA GRUPPO ISP

 

CLICCA PER SCARICARE IL COMUNICATO