Home Comunicati Comunicati 2021 Incontro con Tommaso CORCOS Responsabile Divisione Private Banking

Incontro con Tommaso CORCOS Responsabile Divisione Private Banking

Ieri, 10 giugno, abbiamo incontrato il Responsabile della Divisione Private Banking del Gruppo nell’ambito degli incontri programmati tra Delegazioni Trattanti e i Capi Divisione.

Tommaso Corcos ha rappresentato le linee strategiche e l’evoluzione organizzativa della Divisione:

  • Revisione dell’assetto organizzativo finalizzata a integrare le fabbriche prodotto di Fideuram e Intesa Sanpaolo Private Banking creando un unico polo delle gestioni patrimoniali individuali, un’unica struttura di governo e sviluppo del credito, accentrando a livello di Divisione del marketing e dello sviluppo prodotti per un miglior servizio alla clientela.
  • Creazione di un’unica struttura dedicata al personale per gestire l’integrazione di tutte le società appartenenti alla divisione, con focus sulla trasformazione degli spazi e del modo di lavorare (Next Way of Working).
  • Sviluppo della presenza internazionale attraverso la partnership con REYL che darà origine a un gruppo bancario privato internazionale con sede a Ginevra con circa 400 collaboratori.
  • Creazione di un polo lussemburghese di Private Banking di Private Banking per la Divisione.
  • Incorporazione del segmento UBI Top Private in ISPB che ha portato ad un incremento di 320 persone, 21 nuovi punti operativi e a un aumento delle masse.
  • La complessa operazione di integrazione IW Bank che ha generato un apporto di circa 290 dipendenti e di 700 promotori finanziari e che consentirà a Fideuram di sviluppare le attività di trading evoluto e di banca diretta, rivolgendo attenzione alla clientela attraverso canali digitali.
  • Messa in campo dei progetti finalizzati alla creazione di un’identità valoriale della Divisione e di evoluzione delle conoscenze digitali del personale.

Come OO.SS. abbiamo segnalato e richiesto quanto segue:

  • Una maggiore attenzione ai promotori finanziari rispetto al Welfare di Gruppo con l’obiettivo di una miglior integrazione e fidelizzazione.
  • Il reclutamento di nuovi Private Bankers dipendenti deve tener conto delle competenze e delle esperienze già esistenti nel Gruppo.
  • Su nostra domanda il Capo Divisione ha dichiarato che allo stato attuale non sono previste significative modifiche organizzative nella rete Filiali a fronte delle riorganizzazioni in atto.
  • Maggiore attenzione al Personale nella prossima trattativa sui ruoli professionali e sui sistemi incentivanti al fine di prevenire le tensioni ed il malcontento registrati recentemente.
  • In tema di assunzioni e turnover l’Azienda ha risposto che saranno effettuate in stretto raccordo con le politiche occupazionali del Gruppo.
  • Sull’integrazione delle Colleghe e dei Colleghi ex Ubi, il Responsabile ha confermato esserci la massima attenzione della banca e la volontà di creare un valore e un’identità comune per tutta la Divisione.

Le Organizzazioni Sindacali ritengono che le Relazioni Industriali finora poste in essere per le società della Divisione debbano avere continuità e tradursi in una completa valorizzazione del contributo dei Colleghi a partire dalla prossima contrattazione sui ruoli di Fideuram e Intesa Sanpaolo Private Banking che dovrà tener conto delle specificità e delle professionalità dei colleghi.

Milano, 11 giugno 2021

Delegazioni Trattanti Gruppo Intesa Sanpaolo

FABI – FIRST/CISL FISAC/CGIL – UILCA – UNISIN

Scarica comunicato in PDF

 

 

Articolo PrecedenteInvio degli avvisi bonari agli esodati di Banche e BCC – COMUNICAT0
Articolo SuccessivoPromemoria sui permessi vigenti nel Gruppo ISP – Video