Home NEWSLETTER NEWSLETTER-ISCRITTI Cessione Monte Pegni: Raggiunto l’Accordo

Cessione Monte Pegni: Raggiunto l’Accordo

handshake isolated on business background

News Unitarie – Delegazioni Trattanti Gruppo Intesa Sanpaolo

Nella tarda serata di ieri abbiamo raggiunto l’accordo sulla cessione a ProntoPegno – società del Gruppo Banca Sistema – del ramo di credito su pegno, costituito da 6 filiali, che avrà efficacia giuridica entro il primo quadrimestre di quest’anno.

Abbiamo ribadito nell’accordo la contrarietà del Sindacato ad operazioni che comportino l’uscita di attività e persone dal Settore e/o dai Gruppi.

La trattativa ha comunque consentito di ottenere garanzie per i lavoratori ceduti migliorative rispetto alla semplice applicazione dell’art. 2112 del Codice Civile che regolamenta le cessioni di ramo d’azienda, anche al fine di salvaguardarne la riconosciuta professionalità.

Le tutele maggiori che abbiamo ottenuto con l’accordo sottoscritto sia da Intesa Sanpaolo sia da ProntoPegno sono:
– Mantenimento del Contratto del Credito tempo per tempo vigente. ProntoPegno invierà la richiesta di conferimento di mandato di rappresentanza sindacale ad ABI entro il perfezionamento dell’operazione.
– Applicazione del Contratto di Secondo Livello Intesa Sanpaolo fino alla scadenza del 31/12/2021.
– Le voci retributive percepite individualmente a seguito di precedenti accordi collettivi sono mantenute con le loro caratteristiche e dinamicità, ridenominate con apposita voce in busta paga ed erogate su tredici mensilità.
– L’operazione non avrà ricadute di mobilità territoriale.
– Assistenza sanitaria: permanenza nel Fondo Sanitario Integrativo fino al 31 dicembre 2020. Dopo tale data PontoPegno si è impegnata ad assicurare una copertura sanitaria con contribuzione aziendale equivalente a quella del 2020.
– Previdenza Complementare a contribuzione definita: è garantita la contribuzione aziendale in essere. L’iscrizione al Fondo di Gruppo ISP viene mantenuta sino al 31 dicembre 2020 ed entro tale data sarà individuato un nuovo Fondo a contribuzione definita di riferimento. Abbiamo raccomandato che sia valutata l’opportunità di aderire al Fondo di Settore Previbank.
– Previdenza Complementare a prestazione definita: sarà considerata valida l’anzianità maturata fino alla data di efficacia giuridica dell’operazione e consentita l’opzione per la capitalizzazione al raggiungimento del requisito pensionistico.
– Circolo Ricreativo: mantenimento dell’iscrizione ad ALI fino al 31 dicembre 2020.
– Condizioni agevolate: sono conservate fino alla loro scadenza le condizioni agevolate previste per i dipendenti ISP per mutui, prestiti, ecc. concesse fino al 31 dicembre 2021.
– Lecoip 2.0: alla scadenza del Piano sarà erogata la quota spettante fino alla data di efficacia giuridica dell’operazione.
– PVR: a maggio 2020 sarà erogato l’intero PVR relativo al 2019. Per quello oggetto di negoziazione per il 2020, sarà riconosciuto un importo pro quota.
– Part Time: quelli in essere sono conservati alle medesime condizioni e fino a scadenza, con una forte raccomandazione di valutare positivamente i rinnovi al fine di non determinare impatti negativi sulla gestione dei tempi vita e lavoro dei colleghi.

A fronte della nostra richiesta ProntoPegno ha dichiarato la propria disponibilità a riconoscere una copertura assicurativa sui rischi di perizia.

In coerenza con le statuizioni del Ccnl in tema di rappresentanza sindacale, abbiamo ottenuto previsioni di incontro per l’applicazione dell’accordo e di verifica dell’integrazione organizzativa delle strutture, con l’auspicio che ciò consenta l’avvio di un percorso di proficuo confronto sindacale nella nuova realtà.

Abbiamo ottenuto l’impegno a proseguire con Intesa Sanpaolo, entro il corrente mese, il confronto sulle tutele occupazionali.

Il nostro obiettivo è definire entro breve tempo le adeguate garanzie occupazionali per tutti i lavoratori coinvolti nelle cessioni.

SCARICA IL COMUNICATO