Home NEWSLETTER NEWSLETTER-ISCRITTI Assemblea delle Lavoratrici e dei Lavoratori Intesa Sanpaolo della Piazza di Nola

Assemblea delle Lavoratrici e dei Lavoratori Intesa Sanpaolo della Piazza di Nola

In data 12 Novembre 2019 si è tenuta l’Assemblea delle lavoratrici e dei lavoratori Intesa Sanpaolo della piazza di Nola. Nell’ambito del dibattito, ricco e partecipato, le Organizzazioni Sindacali sono state sollecitate a tenere alta l’attenzione su alcune criticità strutturali e organizzative di seguito illustrate:
• in merito agli interventi previsti presso la Filiale Imprese di Nola a seguito della verifica ispettiva della locale Azienda Sanitaria, con particolare riferimento agli impianti di aerazione e climatizzazione, le OO.SS. e gli R.L.S. vigileranno sulla corretta realizzazione degli stessi e sulla prevista ricollocazione dei colleghi destinati alla Filiale di San Giuseppe Vesuviano;
• la decisione aziendale di tenere separate le due sedi di polo estero di Nola e San Giuseppe Vesuviano, da noi più volte sollecitata, rappresenta un passo importante; a tal proposito, riteniamo insufficiente l’organico di 6 persone previste per San Giuseppe Vesuviano e ancor meno quelle previste in via residuale per l’ufficio estero di Nola, considerata l’insostenibile operatività pro-capite per addetto 10 volte superiore alla media nazionale. Tra l’altro, stante il costante numero di clienti gestiti dalla Filiale Imprese, risulta ingiustificata la diminuzione dei gestori imprese registrata in tempi recenti che determina un incremento dei carichi di lavoro e dei rischi connessi all’aumentata operatività e inoltre ostacola una corretta fruizione dei piani formativi;
• relativamente al dimensionamento delle filiali Retail e Personal presenti sulla piazza di Nola, ribadiamo che deve essere oggettivo, trasparente e coerente con l’operatività delle rispettive unità produttive:
• sul tema delle pressioni commerciali calate dall’alto, che, come testimoniato dai numerosi volantini provenienti da tutte le regioni, all’avvicinarsi del traguardo di fine anno si intensificano, riteniamo sia da respingere ogni azione volta a creare solo ansie e tensioni tra i lavoratori.

Riteniamo che l’Azienda debba intervenire con azioni concrete, come nuove assunzioni – peraltro previste da specifici accordi – che possono rappresentare una risposta strutturale idonea a mitigare carichi di lavoro e conseguenti pressioni. Le OO.SS. continueranno a seguire le criticità evidenziate e a presidiare il territorio, nel rispetto dei diritti e la dignità di ciascun lavoratore.

SCARICA IL COMUNICATO