Home Comunicati Unisin AGGIORNAMENTO SUL FONDO PENSIONI COMIT – Maggio 2017

AGGIORNAMENTO SUL FONDO PENSIONI COMIT – Maggio 2017

Facciamo seguito al nostro precedente Comunicato di marzo u.s. per segnalare gli ultimi sviluppi riguardanti la liquidazione del Fondo Pensioni Comit registrati nell’ultimo mese di aprile 2017

Erogazione di acconti 2017 e contenzioso con Beni Stabili SpA

Con il nostro precedente comunicato del 9 gennaio u.s. vi abbiamo ampiamente relazionato sulla proposta transattiva del contenzioso in essere tra l’Agenzia delle Entrate e il Fondo Comit e Beni Stabili concretizzata con un atto conciliativo tra le parti che, con il versamento di 55 mln. di euro da parte dei due soggetti soccombenti (Fondo Comit e Beni Stabili SpA), permetteva di chiudere una vicenda che avrebbe potuto prolungarsi per almeno altri 5 anni.

La transazione consentiva di svincolare un consistente importo accantonato in bilancio (indicativamente intorno ai 60/65 milioni di euro) che, nel rispetto delle procedura di liquidazione del Fondo, sarebbe stato erogato in favore dei partecipanti al Fondo stesso (“vecchi pensionati ante 1998” e “attivi”, secondo le quote prefissate) nella prima metà del 2017.

Il Collegio dei Liquidatori del Fondo Comit con comunicazione del 19 aprile u.s. (allegata copia) ha evidenziato le linee guida dell’erogazione in acconto per la somma complessiva di euro 63.292.433,13.

L’operazione amministrativa di conteggio e di ripartizione occuperanno diverso tempo (previsione entro fine luglio), considerato l’elevata platea di partecipanti (oltre 15.400) ai quali si aggiungono un numero ragguardevole di beneficiari per la presenza di una pluralità di eredi registrati in questi ultimi anni.

Il Collegio ha altresì comunicato che il Fondo ha di recente avviato le opportune iniziative, in sede arbitrale, nei confronti di Beni Stabili SpA affinché venga accertato a chi spetti sopportare l’onere finale dell’intero pagamento da entrambi i soggetti effettuato (ciascuno con un esborso paritetico, in via provvisoria, di 55 milioni di Euro) in favore dell’Erario, in forza dell’accordo conciliativo del 16 dicembre 2016 per la definizione del contenzioso fiscale che – ricordiamo – era relativo alla dismissione del patrimonio immobiliare del Fondo, avvenuta nel 2006.

Come noto, il Fondo e Beni Stabili SpA avevano formulato riserva l’uno verso l’altro di totale debenza per quanto sborsato in qualità di condebitori in solido nei riguardi del Fisco.

Con la richiesta arbitrale di cui sopra il Fondo chiede a Beni Stabili il rimborso di quanto pagato al Fisco.

Per tutto quanto sopra, UNISIN si rende disponibile a fornire ulteriori informazioni e/o approfondimenti contattando i seguenti dirigenti sindacali:

per Falcri –  Mario Beriozza –        cell. 333-6852731

per Silcea – Antonio Liberatore –   cell. 335-6539979

UNISIN INTESA SANPAOLO

Milano, maggio 2017

SCARICA COMUNICATO

ALLEGATO Comunicato del 19.4.2017