Home Comunicati Comunicati 2020 LA REGINA

LA REGINA

1872

Intesa Sanpaolo è stata definita da alcuni media “la Regina dei dividendi” e, in un periodo così difficile, nel pieno di un’emergenza sanitaria senza precedenti, con tutti i principali parametri finanziari in caduta libera e l’economia dei Paesi che fino ad oggi costituivano l’asse portante in Europa e nel Mondo in profonda crisi, IL NOSTRO PRIMO PENSIERO NON PUO’ CHE ANDARE AI SUDDITI DELLA REGINA… messi a dieta. Se c’è qualcuno che “mangia molto” state pur sicuri che, da qualche altra parte del regno, qualcuno sicuramente “soffre la fame”.

Per un facile riscontro basta vedere quello che è successo in questi mesi nelle filiali o in qualsiasi altro luogo di lavoro del Gruppo ISP, dove l’emergenza è stata molto spesso affrontata per settimane e settimane senza mascherine, senza gel disinfettante, senza chiare disposizioni per accogliere e gestire in sicurezza l’afflusso della clientela, con un numero di steward ridicolo (ce ne sono di più alla Rinascente che in tutte le filiali del Gruppo), minimizzando sempre le richieste sindacali ritenute esagerate, vedi da ultimo quella relativa agli schermi in plexiglass, giunti poco prima della scoperta del vaccino! (e in alcuni territori sono arrivati dei modelli addirittura senza la fessura per far passare denaro e documenti!).

Ci sono realtà in cui, purtroppo, abbiamo rilevato iniziative da parte di alcuni responsabili che hanno deciso di “frugarsi in tasca” o chiesto ai colleghi di tassarsi (con tanto di scatolina predisposta per le elemosine), per acquistare gli strumenti per l’utilizzo dei DPI…

Se passiamo al capitolo “igiene” la situazione non è certo migliore: spesso i bagni rimangono per giorni senza gli asciugamani di carta e senza il sapone, le pulizie sono rimaste quelle A.C., Ante Covid, filtri degli impianti di areazione color “nero-di-seppia” e potremmo continuare a lungo.

In compenso, però una cosa non è mai mancata: LE PRESSIONI COMMERCIALI!

La REGINA, si sa, ha sempre appetito e poco importa se gli organici delle filiali sono ormai ridotti all’osso; se il sacro totem-budget viene prima di qualsiasi cosa; se le (inutili) riunioni skype o lync che siano- devastano quotidianamente la vita lavorativa dei colleghi; se bisogna obbligatoriamente-assolutamente “lavorare” le liste prioritarie, contemporaneamente alle campagne urgenti e alle iniziative indifferibili e chi più ne ha più ne metta!

La cosa importante però… è che la REGINA SIA SAZIA! (per ora)

Ci rimane il dubbio che la REGINA intenda mangiarsi tutto e subito: in questa situazione non sarebbe meglio mettere qualcosina da parte per l’inverno?

Per Goldman Sachs, però, la banca è a prova di shock….

RESTA DA VALUTARE SE LO SONO ANCHE I SUOI DIPENDENTI!

Martedì, 1° dicembre 2020

LA SEGRETERIA UNISIN GRUPPO INTESA SANPAOLO

Scarica comunicato in PDF  

 


UNISIN FALCRI INTESA SANPAOLO