Home NEWSLETTER NEWSLETTER-ISCRITTI Incontro del 06/02/2019 – Banca dei Territori

Incontro del 06/02/2019 – Banca dei Territori

In occasione dell’incontro tenutosi a Milano il 6 febbraio 2019 l’Azienda ci ha illustrato nel dettaglio l’evoluzione del nuovo modello di servizio operativo dal 28 gennaio 2019.

Per quanto riguarda il perimetro ISP ad oggi risultano individuati:
– 62 Coordinatori di Relazione
– 2.146 Gestori Aziende Retail tra le Filiali accentranti e quelle isolate
– 11.183 Gestori Privati
– 464 Gestori Imprese Top
– 1.555 Gestori Imprese
– 64 Gestori Enti

Il nuovo modello di servizio andrà a regime una volta portate a termine le operazioni di incorporazioni delle Banche reti ancora non ISP, previste il 25 febbraio p.v. quali la CR.Firenze, CR.Pistoia, Carisbo e nel mese di maggio 2019 per quanto riguarda Banca Apulia.

Ad oggi sono state individuate 780 Filiali Retail “accentranti” che prevedono almeno 2 Gestori Aziende Retail (GAR) oltre a 1.023 Filiali Retail “isolate” presso le quali la costituzione del GAR è opzionale sulla base delle masse delle imprese gestite. Dove non è prevista tale figura la clientela imprese retail sarà assegnata direttamente ai Gestori Privati.

Viste le numerose segnalazioni pervenute alle OO.SS. in merito a spostamenti e assegnazioni problematiche, abbiamo richiesto all’Azienda la massima chiarezza sugli interventi organizzativi e gestionali in corso di definizione.

CHIUSURE PROGRAMMATE: Anche per il 2019 sono state individuate le Filiali/Unità Operative interessate dalle chiusure programmate riguardanti specifici periodi/giorni dell’anno:
– 26 aprile 2019
– 2 e 3 maggio 2019
– Settimana di ferragosto
– 27 dicembre 2019

L’Azienda ha specificato che se il giorno di chiusura programmato cade nella giornata di venerdì e la Filiale è Flexy, rimarrà chiusa anche il giorno successivo (sabato). L’Elenco sarà messo a disposizione dei Colleghi nella Intranet Aziendale.

BANCA ESTESA: Le Filiali Flexy, nel periodo dal 15 luglio al 9 settembre p.v. osserveranno l’orario standard tradizionale. Inoltre con decorrenza 4 marzo 2019 in alcune Direzioni Regionali sono previsti interventi sugli orari delle Flexy di prossima comunicazione.

PART TIME: In seguito alle richieste di chiarimento avanzate dal tavolo sindacale in merito alle politiche di rinnovo dei contratti a tempo parziale, l’Azienda ha dichiarato che non ci sono novità rispetto al passato.

ACCORDO RUOLI – CONSOLIDAMENTO ANTICIPATO: I nuovi criteri di consolidamento anticipato stabiliti con l’accordo del 3 agosto 2018 hanno comportato il riconoscimento del grado relativo per 38 Colleghi con effetti economici liquidati con il cedolino di gennaio 2019.

GESTORE REMOTO: Tale figura professionale, che gestisce da remoto uno specifico portafoglio, potrà essere collocata anche nelle filiali tradizionali della Banca e non più esclusivamente nelle FOL (Filiali OnLine) pur mantenendo la gerarchia e i riferimenti gestionali in capo alla Filiale OnLine. Una prima sperimentazione sarà effettuata sulla piazza di Roma a decorrere dall’11 febbraio 2019.

CONTRATTI MISTI: Gli stagisti impegnati nel percorso finalizzato all’assunzione con il contratto misto sono in totale 271. Di questi 149 sono già stati assunti nel Gruppo Intesa Sanpaolo. E’ stato chiarito il percorso certificativo (esame EIP) necessario agli interessati per poter svolgere sin da subito l’attività autonoma senza dover ricorrere ad affiancatori.

FILIALI IMPRESE: A partire da luglio 2018, l’Azienda ha provveduto a una razionalizzazione del parco auto aziendali a disposizione dei Gestori in quanto circa il 40% della flotta è risultato sotto utilizzato. FONDO PER L’OCCUPAZIONE (FOC): La decurtazione della giornata di ex-festività o dell’equivalente in banca ore prevista dalla normativa nazionale, sarà effettuata non appena ABI fornirà sulla questione specifiche indicazioni. In assenza di giornate ex-festività la decurtazione avverrà sul monte ferie o di banca ore ancora accumulate.

POLI SPECIALISTICI TUTELA: E’ prevista l’apertura di due Poli Specialistici di Tutela, a Treviso e a Verona. Ciascun Polo sarà composto da ca.10 risorse che saranno di supporto agli Specialisti Tutela presenti su vari territori.

ACCORDI ESODI – L’Azienda ha dichiaro che sulla base della circolare INPS e di alcuni messaggi diramati nel mese di gennaio u.s., la riforma pensionistica Quota100, entrata in vigore per effetto del D.Legge 4/2019, avrà impatti limitati se non addirittura nulli su quanti hanno cessato o cesseranno dal lavoro per accedere all’esodo ai sensi degli accordi firmati nel 2017.

Nello specifico:
– Nulla dovrebbe cambiare per coloro che risultano cessati entro la data del 31/12/2018 (sono ancora in corso alcuni ulteriori approfondimenti);
– Il “congelamento” dell’aspettativa di vita e l’introduzione della finestra (3 mesi) per coloro che cesseranno dal 1° gennaio 2019, potrebbe comportare una minore contribuzione correlata con effetti limitati sull’importo dell’assegno/pensione. E’ stato chiarito, comunque, che l’erogazione dell’assegno di accompagnamento all’esodo avverrà sino alla maturazione della pensione INPS.

L’Azienda ha dichiarato inoltre che, sulla base della nuova normativa, saranno prese in considerazione anche quelle domande di esodo che inizialmente erano state sospese e quindi non elaborate per requisiti INPS inizialmente oltre i termini previsti (31/12/2023 perimetro ISP).

SCARICA IL COMUNICATO