Home NEWSLETTER NEWSLETTER-ISCRITTI Fusione Banca Apulia

Fusione Banca Apulia

CONDIVIDI

Abbiamo sottoscritto l’accordo sull’incorporazione di Banca Apulia in Capogruppo.

Il rapporto di lavoro proseguirà senza soluzione di continuità con il mantenimento di tutte le previsioni del Contratto collettivo di secondo livello del Gruppo e del Protocollo di armonizzazione delle ex Banche Venete del 15 novembre 2017.

L’operazione avrà efficacia giuridica a partire dal mese di maggio 2019 e riguarderà un organico di 642 colleghi.

I distacchi in essere proseguiranno fino alla data di efficacia giuridica dell’operazione; i colleghi distaccati presso Banco di Napoli e ISGS riceveranno una nuova lettera al momento della fusione in Capogruppo delle due aziende. Abbiamo richiesto che tale comunicazione avvenga con congruo anticipo.

Abbiamo ribadito la necessità di un’adeguata formazione a tutto il personale coinvolto con una particolare attenzione alle strutture di governance come già previsto dall’accordo di armonizzazione.

Abbiamo anche richiesto una verifica degli appalti del servizio di pulizie avendo riscontrato una disomogeneità rispetto agli standard adottati nel resto del Gruppo.

Maggiori dettagli rispetto ai piani di razionalizzazione delle filiali e all’applicazione dell’accordo percorsi professionali saranno oggetto di informativa nell’ambito dei prossimi incontri a livello di Gruppo.

EMERGENZA MALTEMPO

A fronte della situazione di emergenza meteorologica in corso in numerose regioni d’Italia, abbiamo richiesto all’Azienda l’applicazione di quanto previsto dal Contratto di secondo livello che consente l’utilizzo della Banca del tempo a fronte di calamità naturali.

L’Azienda ha ribadito che è possibile avanzare attraverso l’apposito applicativo la richiesta di tempo, fermo restando una puntuale valutazione delle singole casistiche anche sotto il profilo delle condizioni soggettive che hanno motivato la domanda.

Abbiamo anche richiesto che l’Azienda dia indicazioni alle gestioni del personale, al fine di uniformarne i comportamenti e le risposte rispetto alle difficoltà di raggiungimento del luogo di lavoro evidenziate dai colleghi.

SCARICA IL COMUNICATO