Home Comunicati Comunicati 2013 Fondo Sanitario di Gruppo : nuove nubi all’orizzonte?

Fondo Sanitario di Gruppo : nuove nubi all’orizzonte?

In data odierna, in qualità di Fonte Istitutiva abbiamo incontrato l’Azienda per esaminare alcune questioni relative al Fondo Sanitario di Gruppo.

  • L’andamento dell’esercizio 2012 della gestione quiescenti che presenta un significativo  squilibrio; va ricordato che il bilancio presentato è – allo stato – “previsionale”. Per i dati puntuali bisognerà attendere che i Colleghi inoltrino tutte le domande di rimborso afferenti al 2012, operazione possibile fino alla fine del prossimo mese di marzo;
  • lo studio di eventuali modifiche da apportare sia alla gestione attivi che alla gestione quiescenti, valide dal 2014, e questo alla luce delle prospettive contenute nella relazione attuariale che indica la necessità di adottare misure correttive per garantire l’equilibrio del Fondo nel medio lungo periodo, equilibrio che l’impianto attuale – invece – non garantirebbe;
  • alcune modifiche statutarie.

UNITA’ SINDACALE FALCRI SILCEA ha espresso forti preoccupazioni e perplessità sul fatto che “il  più importante Fondo Sanitario nel panorama europeo” abbia dimostrato,  già dal primo esercizio per la sezione pensionati, e dimostri, nell’imminente futuro per la sezione attivi, una sostanziale insostenibilità. Eppure l’impianto del Fondo si basa sugli importanti ed autorevoli studi di fattibilità forniti dall’Azienda! Giudichiamo questo fatto gravissimo.

UNITA’ SINDACALE FALCRI SILCEA, nel riservarsi un approfondimento dei dati rassegnati dall’Azienda, ha tuttavia subito stigmatizzato con forza  come Intesa Sanpaolo, responsabile di un clamoroso errore di valutazione in fase di impianto, non possa ora “chiamarsi fuori”, lasciando gravare tutto il peso degli eventuali correttivi sulle spalle degli ignari, fiduciosi ed incolpevoli Colleghi.

Gli incontri proseguiranno nel mese di febbraio,  Vi terremo puntualmente aggiornati.   

LA DELEGAZIONE TRATTANTE

Milano, 13 febbraio 2013