CONDIVIDI

Oggi siamo stati convocati dall’Azienda per un Incontro Trimestrale “atipico” con le seguenti motivazioni:

“In considerazione degli esiti dell’incontro in oggetto, non avendo ricevuto ad oggi formale richiesta di attivazione del Comitato di Consultazione ai sensi del Protocollo Relazioni Industriali, vi confermiamo la disponibilità ad un nuovo incontro trimestrale con la partecipazione della Direzione Regionale, nell’ambito del quale saranno esaminati e approfonditi i temi relativi al territorio indicati nel vostro comunicato del 31 ottobre 2017.

Si invitano, pertanto, codeste Organizzazioni Sindacali a partecipare – con delegazione composta ai sensi dell’articolo 6 del Protocollo delle Relazioni Industriali 24.02.2014 – all’ incontro che si terrà il giorno 01 dicembre p.v., alle ore 09,30 in Cagliari, Viale Bonaria.”

La Delegazione Aziendale era composta dal Direttore Regionale Monceri, dal Responsabile Regionale delle Risorse Umane Sartori, dal Responsabile delle Risorse Umane di Area Fois e dai Rappresentanti delle Relazioni Industriali Vozza e Poggini.

Abbiamo ribadito la necessità di impegni per iscritto e non generici, richiedendo la stesura di un verbale di incontro o di una dichiarazione Aziendale che formalizzasse quegli impegni.

L’Azienda, nella persona del Rappresentante delle Relazioni Industriali Vozza, si è dichiarata indisponibile a qualunque forma di verbalizzazione o di dichiarazione scritta, invitandoci per l’ennesima volta ad accontentarci di rassicurazioni generiche e verbali.

Questa indisponibilità è stata motivata dall’irritualità della richiesta in sede di incontro trimestrale; peraltro è chiaro a tutti che non si trattava di un Incontro di Trimestrale, ma di una convocazione sui temi da noi sollevati nelle assemblee: se si fosse trattato di un Incontro Trimestrale, infatti, l’Azienda avrebbe dovuto fornirci informative su Organici, Formazione, Orario di Lavoro e Distribuzione Territoriale, cosa che non è avvenuta.

Abbiamo dovuto prendere atto che ci si è voluti impantanare in sterili giochini procedurali e pertanto non abbiamo avuto altra scelta che richiedere l’attivazione del Comitato di Consultazione di Gruppo, passaggio obbligatorio per proseguire la vertenza.

Il mandato ricevuto nelle assemblee non ci consente di temporeggiare oltre!

Cagliari, 1 dicembre 2017

SCARICA COMUNICATO