Home Comunicati Comunicati 2012 I conti non tornano : ancora una volta le Lavoratrici e i...

I conti non tornano : ancora una volta le Lavoratrici e i Lavoratori perdono !

Tra il 17,  il 18 e le prime ore del 19 ottobre (si sa che al mattino si dà sempre il meglio) la trattativa – spostatasi a Roma e descritta dagli altri sindacati come al limite della rottura – si è come per incanto ricomposta, arrivando ad una soluzione che UNITÀ SINDACALE FALCRI SILCEA non condivide e condanna severamente.  Vediamo cosa hanno sottoscritto.

GIORNATE DI SOLIDARIETÀ. Accettato di  far passare un principio devastante per il futuro dei Colleghi: cura dimagrante per tutti i Lavoratori mentre l’Azienda continua a distribuire utili. Forse sarebbe più corretto chiamarla “solidarietà a favore dei grandi azionisti” : (4 giornate per le Aree Professionali ed QD1e QD2, 5 giornate per i QD3 e QD4, 6 giornate per i Dirigenti). VERGOGNA!

PERCORSI DI CARRIERA: qui l’impegno dei “nostri prodi” a sotterrare ogni credibilità è stato massimo. Tutti coloro che si sono spesi in un percorso professionale in base a regole certe scoprono adesso che non è più così. Rimarranno tutti al palo per 18 mesi, dopodichè proseguiranno soltanto fino alla maturazione del livello più prossimo, fermandosi successivamente, mentre coloro che si erano impegnati per raggiungere la categoria dei quadri non la raggiungeranno mai, ricevendo il “premio di consolazione” dell’indennità economica equivalente, ovviamente rigorosamente riassorbibile. VERGOGNA!

EX FESTIVITÀ NON MONETIZZABILI: in un delirio di onnipotenza, i “firmatutto”, in deroga al CCNL, stabiliscono che fino al 2015 chi non usufruirà delle festività soppresse non potrà più chiederne la monetizzazione. VERGOGNA!

DEMANSIONAMENTI IN DEROGA AL CODICE CIVILE,  OPPURE TRASFERIMENTO SENZA LIMITE DI DISTANZA PER MANTENERE LE MANSIONI: anche questo non spaventa i nostri “firmaioli”, grazie a loro questo sarà possibile. VERGOGNA!

ACCORDI DI ARMONIZZAZIONE: ancora una volta questo grosso “coacervo” di norme mal scritte ed ancor peggio interpretate è stato oggetto di  ulteriori “limature” aziendali, ed addirittura derubricato  da accordo a semplice circolare aziendale, quindi non più oggetto di trattativa sindacale. (flessibilità di orario, intervallo, permessi ed aspettative, trattamenti economici per turni, reperibilità, part-time, mobilità, assegni per portatori di handicap, buono pasto).

E pensare che abbiamo scioperato lo scorso 2 luglio per sostenere questa “dura lotta” dei sindacati “firmatutto”! Gran bel risultato … Non c’è che dire!

In cambio di tutti questi sacrifici, niente di niente, a cominciare da nessuna assicurazione concreta che serviranno a qualche cosa, che torneranno a beneficio dei Lavoratori, che tra sei mesi – o forse meno – non sarà nuovamente messo tutto in discussione. Questa, per quanto ci riguarda, è l’unica certezza che nutriamo. VERGOGNA, VERGOGNA, VERGOGNA!

LAVORATRICI E LAVORATORI  LEVATE LA PENNA DI MANO A CHI OGNI VOLTA – CONTRADDICENDO SPUDORATAMENTE I PROPRI PROCLAMI –  SACRIFICA I VOSTRI DIRITTI ED IL VOSTRO SALARIO(vedi comunicato delle altre OO.SS. del 2 luglio scorso dal titolo “Vincono i lavoratori”).

Unica nota positiva riguarda gli APPRENDISTI:  per loro é stata risolta  la questione della conferma, ripristinando le prassi fin qui in uso. Saltano invece le tanto sbandierate 1.000 nuove assunzioni previste dall’accordo 29 luglio 2011.  

IL TAVOLO AL QUALE SIEDE CHI FA L’INTERESSE DEI LAVORATORI NON PUÓ CHE ESSERE UNO SOLO: UNITÀ SINDACALE FALCRI SILCEA Ė SEDUTA LÌ !

La Delegazione Trattante

19 ottobre 2012